Stampa

Prefazione di Fulvio Fantoni

Scritto da BBOITALIA. Posted in Standard BBOITA

L’introduzione alla prima edizione dello Standard BBO Italia si concludeva così: “In definitiva, pur curando al massimo l’intrinseco valore tecnico e l’efficacia del sistema, si è cercato di non perdere mai di vista un obiettivo altrettanto importante: il divertimento ed il relax di chi gioca.

Mi fa piacere constatare che anche la nuova edizione del sistema curato da Mario Martinelli rispetta in pieno il proponimento originario.

Maestro federale, Mario eredita dallo zio materno Chiaradia la passione e  un approccio rigoroso allo studio della tecnica dichiarativa, e nel 2005 raccoglie la sfida di costruire per BBO Italia un sistema naturale adatto al gioco su Internet. Oggi, con l’esperienza maturata in diversi anni di bridge online, ne ripropone una versione aggiornata.

Dal punto di vista tecnico, il BBOITA’s è esattamente come deve essere un sistema dichiarativo rivolto ad un pubblico vasto ma competente: sulla base più familiare ai giocatori italiani (quadri quarte e senz’atout 15-17) si inseriscono scelte tecniche prevalentemente in linea con quelle più diffuse a livello globale, teoricamente solide e collaudate anche da simulazioni al computer che ne verificano la validità statistica.

L’arduo compito di Mario era fondere lo stile italiano con lo standard americano in modo da offrire al mondo degli internauti un sistema uguale per tutti ma allo stesso tempo, per coloro che non volessero perdere le loro origini, adatto ad accogliere una serie di convenzioni e sequenze tanto care a noi italiani. Ebbene, il suo egregio lavoro riesce a integrare tutte queste caratteristiche  e permette a tutti i “BBO player” di condividere con sempre maggiore competenza  l’emozione prodotta dal nostro magnifico gioco.

Oltre ai contenuti tecnici, trovo che il BBOITA’s abbia una sua speciale caratteristica: Mario mette a frutto la sua lunga esperienza di maestro per presentare il sistema in maniera accessibile anche ai giocatori non esperti. Fornisce, infatti,  spiegazioni chiare su argomenti di tecnica di base (il capitolo sui rever dell’apertore, per esempio, risulterà prezioso per tanti) e talvolta sulle motivazioni per cui una certa sistemazione è stata preferita ad altre egualmente ragionevoli.

In definitiva, mi sembra che il BBOITA’s non si rivolga tanto a giocatori di uno specifico livello tecnico, quanto piuttosto a chiunque intenda giocare con consapevolezza un sistema ben strutturato ma relativamente facile da imparare, adeguandone il livello di complessità alle proprie esigenze e alle proprie capacità.

Penso che, nell’era del gioco online velocizzato all’estremo e della conseguente superficialità della tecnica dichiarativa,  tutto ciò non sia certamente cosa da poco.

Fulvio Fantoni

Mario Martinelli

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

contatta Mario

cell. 335 5284476

Associazione Bridge Partenope
- Club 55 -
Via Toledo, 55   80134   Napoli
Tel. 081.551.21.90